Hai l’esigenza che il tuo negozio rimanga impresso? Rivolgiti a noi con la tua idea di business, gli cuciremo addosso uno spazio indimenticabile. Progettare un negozio, uno store sia esso multimarca o monomarca richiede oggi, in un’epoca in cui la lotta per la conquista dei mercati si è fatta veramente spietata, un approccio quanto mai multidisciplinare e di enorme importanza per realizzare un punto vendita di successo.


CONTATTACI

FASI PRINCIPALI PER LO SVILUPPO DI UNO STORE

STORE CONCEPT DESIGN

Lo store concept design è la fase preliminare al progetto vero e proprio di interni e si prefigge l’obiettivo di provare ad interpretare bisogni e gusti del consumatore per soddisfare totalmente esigenze del target prefissato.

Non è quindi solamente progettazione tout-court, è anche una indagine che si avvale di altre materie quali la psicologia, il visual merchandising, il marketing, e fonde assieme queste componenti arrivando a tracciare una linea per il successivo interior design, più concreto e tecnico. Il concept è strategia, creatività, idea e progetto.

Si tratta di immaginare ambienti e situazioni ideali in cui i fruitori si possano identificare e si sentano parte integrante di uno spazio che non è più solo tale, ma trasmette i valori del brand e pertanto non è lontano dall’essere un vero e proprio contesto relazionale. Il venditore e l’acquirente, in questo ambiente che parla dell’uno e dell’altro, se l’analisi è stata fatta in maniera impeccabile, diventeranno parte di uno stesso mondo che si conforma alle loro esigenze. Lo scambio potrà essere ottimale, facendo leva su affinità radicate. Diversamente il risultato sarà solo un’esposizione di belle forme senza alcuna coesione con l’idea e, fatto ancor più negativo, senza appeal commerciale.

VISUAL MERCHANDISING

La vetrina è il tuo palcoscenico: rendila con noi un grande strumento di comunicazione. La vetrina assolve a molteplici funzioni, molte più di quante potrebbero sembrare; essa infatti contribuisce a dare informazioni, mette in scena in modo spettacolare la merce, è una cornice in cui gli oggetti esposti diventano icone e simboli, carichi di significati per l’osservatore.

Può in maniera un po’ tautologica evidenziare la convenienza di un acquisto, ma generalmente negli spazi vendita di alto livello fa molto di più: distrae, diverte, incuriosisce, sviluppa fantasie e desideri. Spesso tuttavia è un po’ sottovalutata, a volte considerata come un’area da riempire distrattamente e non come uno spazio magnetico come invece dovrebbe essere. La vetrina dovrà diventare il filo conduttore con l’interno; fondamentale per la strategia di vendita è che il cliente ritrovi all’interno quelle aspettative e quella comunicazione che gli ha suscitato il desiderio di entrare nel punto vendita, agevolando così l’obiettivo di trasformare un desiderio in acquisto.

Quanto detto finora non dovrà però indurre a pensare che la vetrina sia solo estetica; al contrario la funzionalità non dovrà essere messa in secondo piano, mostrando di volta in volta prodotti legati alla stagionalità o a specifiche campagne di marketing messe in atto dall’azienda, con un continuo aggiornamento della comunicazione e una rotazione dei prodotti.

TEMPORARY e POP-UP STORE

Il negozio temporaneo, o per dirla all’inglese temporary store o pop-up store, è un’idea di retail di concezione recente, importata da altri paesi quali Inghilterra o Usa. La sua durata non è codificata essendo decisa di volta in volta, ma generalmente non supera il trimestre altrimenti non terrebbe fede al suo nome. La concezione è totalmente diversa rispetto ad un negozio tradizionale sia per quanto riguarda il tipo di merce ivi venduta sia per quanto riguarda l’allestimento che deve essere appunto temporaneo con tutto ciò che ne consegue: contenimento dei costi, trasportabilità e ri-configurabilità altrove di arredi ed allestimenti.

l temporary store modifica sicuramente con la sua organizzazione i canoni abituali della vendita; la merce è spesso prodotta in edizione limitata a supporto di iniziative pubblicitarie che fanno di esso un evento effimero ma destinato a durare nel tempo grazie al messaggio di comunicazione e marketing che esso imprime nella mente dei pochi clienti che riescono ad approvigionarsi del prodotto. La location è sempre centralissima, spesso in centri storici, talvolta in luoghi simbolo.

SPAZI FIERISTICI

Capitolo a parte sono gli allestimenti fieristici; l’allestimento di uno stand riassume in sé molte caratteristiche del temporary store pur senza l’impatto a volte esagerato legato a quest’ultimo. In comune con il negozio tradizionale un allestimento fieristico di livello deve invece avere la caratteristica di essere legato al brand che rappresenta, con tutte le caratteristiche emozionali e di trasmissioni dei lavori dell’azienda, reso più difficile dalla contiguità con altri stand che hanno esattamente gli stessi target e gli stessi bisogni.

Tecnicamente gli allestimenti fieristici sono pensati con le fondamentali peculiarità della flessibilità e trasportabilità, dovendo essere sempre smontati e rimontati più volte nel corso di un anno, seguendo un tour di fiere precentemente stabilito. Alcune strutture e complementi potranno essere sempre i medesimi di proprietà del marchio espositore, altre invece potranno essere noleggiate alla bisogna presso azienda che le mettono a disposizione. Elementi come moquette, parquet, pedane, impianti di illuminazione, elementi di arredo mobili (sedie, poltrone, divani) o tutto il corredo quali decorazioni floreali, pannelli luminosi, portadepliant costituiscono gli elementi su cui giostrare il progetto di un allestimento fieristico, tema quanto mai interessante al giorno d’oggi in cui è tutto fluttuante e non preordinato.

PREVENTIVO FACILE E GRATUITO

Contattaci per preventivare il tuo Negozio Chiavi in Mano. Scopri i vantaggi di affidarti ad un unico referente.
Dal Concept alla realizzazione sapremo quantificare ogni tua richiesta rispettando aspettative, budget e tempistiche.

Dalla progettazione alla realizzazione
un solo referente, LinkInterni